Homepage Servizi Marcatura CE dei componenti strutturali metallici

Marcatura CE dei componenti strutturali metallici Chiusi, Siena e Toscana

Certificazione secondo la Norma EN 1090-1 "Valutazione di conformità dei componenti strutturali per l’esecuzione di strutture di acciaio e di alluminio - Marcatura CE".

 

Il contesto di riferimento

Il contesto normativo europeo prevede che i prodotti da costruzione siano dotati di Marcatura CE con l’obiettivo di garantire la libera circolazione all’interno dell’Unione Europea nel rispetto delle Norme Armonizzate di riferimento che specificano i requisiti per ogni tipo di prodotto.

Il Fabbricante di Prodotti da Costruzione è tenuto a conoscere e rispettare le normative di riferimento per garantirne la conformità, attraverso la gestione ed il superamento delle barriere tecnico-normative applicabili.

 

Il quadro normativo di riferimento

La Direttiva Europea 89/106/CEE (Direttiva Prodotti da Costruzione - CPD) ha introdotto in tutta Europa l’obbligo di Marcatura CE per la produzione e commercializzazione di ogni materiale da costruzione ovvero di quei materiali destinati ad essere incorporati o installati in maniera definitiva nel Costruito.

 

Lo scenario per i costruttori di struttre di carpenteria metallica

La Norma Armonizzata EN 1090-1: Esecuzione di strutture di acciaio e di alluminio. Parte 1: Requisiti per la valutazione di conformità dei componenti strutturali, riguarda la valutazione della conformità (progettazione e produzione) dei componenti strutturali in acciaio e alluminio utilizzati per le costruzioni di strutture in acciaio e miste (Calcestruzzo e Acciaio) e sarà obbligatoria dal 1° luglio 2014 per l'immissione sul mercato di materiali da costruzione.

 

Ambito di Applicazione

Il campo di applicazione della EN 1090-1 è piuttosto vasto e comprende componenti in acciaio e in alluminio utilizzati in diversi tipi di opere: capannoni, intelaiature per edifici residenziali o uffici, scale di sicurezza,  ponti in acciaio e calcestruzzo, viadotti, tralicci, pale eoliche, grandi spazi espositivi.

Gli elementi possono essere utilizzati direttamente nelle opere o essere incorporati nelle stesse dopo essere stati assemblati. La norma si applica alle produzione in serie e non. Di conseguenza, per differenziare i requisiti tecnici a seconda della complessità dei componenti la norma introduce 4 classi di esecuzione, con requisiti tecnici via via più stringenti, dalla classe 1 per le opere cosiddette semplici, con rischi moderati legati a eventuali collassi o fallimenti fino alla classe 4, che si riferisce a strutture particolarmente complesse con importanti implicazioni riguardo la sicurezza.

 

L'Applicazione della UNI EN 1090-1

Il processo da seguire per poter apporre il Marchio CE sul proprio prodotto varia a seconda della tipologia e della destinazione d’uso.

In linea generale, il Fabbricante è tenuto ad implementare un Sistema di Controllo del Processo di Produzione di Fabbrica (FPC)e ad effettuare Prove in conformità alla Norma Armonizzata di riferimento. Questo Processo deve essere poi certificato da un Organismo Notificato.

Al termine di questo percorso, il Fabbricante può apporre sul prodotto la Marcatura CE.

La base della Marcatura CE ai sensi della Norma EN 1090-1 è quindi costituita da:

  • Una Dichiarazione di Conformità redatta dal Fabbricante.
  • Un Certificato del Controllo di Produzione in Fabbrica emesso dall’Organismo Notificato.

 

Organismi Notificati sono identificati nella gran parte degli Enti di Certificazione strutturati che si occupano anche di altri schemi quali ad esempio ISO9001, OSASH 18001, ecc…

 

L'Allegato alla Norma EN 1090-1 stabilisce i compiti del Fabbricante e dell'Organismo Notificato ai fini della certificazione:

  • Il Fabbricante implementa un Sistema di Controllo della Produzione di Fabbrica (FPC), ovvero una sistematica azione di controllo interno permanente della propria produzione che comprende anche lo svolgimento di Prove Iniziali di Tipo (ITT);
  • L’Organismo Notificato, a seguito di un’attività di Ispezione Iniziale e Verifica dell’FPC, certifica che quanto implementato e prodotto sia conforme agli Standard cogenti ed emette un Certificato del Controllo di Produzione.
  • A seguito della Certificazione di conformità, il Fabbricante emette e sottoscrive una Dichiarazione di Conformità CE che, assieme al Certificato, costituisce la base per l'apposizione della marcatura CE.
  • Il Fabbricante può apporre il Marchio CE sui propri prodotti e commercializzarli.
  • Durante il periodo di validità della certificazione, l’Organismo di Certificazione svolge Verifiche di Sorveglianza finalizzate al controllo del mantenimento del sistema.

 

La gestione dei Processi Speciali

La saldatura è il processo speciale più comunemente utilizzato per i prodotti coperti dalla EN 1090-1.
La qualità del processo di saldatura deve essere valutata da un Organismo di Parte Terza.
In particolare l’Allegato B della EN 1090-1 e § 7 della parte-2 o -3 della EN 1090 specifica come dimostrare questa conformità, ovvero attraverso:

  • Un sistema di gestione della Saldatura (in accordo alle EN ISO 3834)
  • La Qualifica dei Procedimenti di Saldatura, dei Saldatori e degli Operatori.

 

Conclusioni

Il percorso verso la EN1090-1 è agevolato per quelle aziende che hanno al loro interno un Sistema di Gestione certificato (ISO 9001:2008) e che sono attualmente accreditate come Centro di Trasformazione acciai al Servizio Tecnico Centrale.

 

INTERPROGET, con il supporto dei propri tecnici specializzati e le relazioni con i principali Enti di Certificazione è in grado di assistere i propri clienti nell’analisi, lo sviluppo e la gestione delle attività necessarie ad ottenere la certificazione secondo la EN1090-1 per poter apporre la la Marcatura CE alle proprie produzioni.

 

INTERPROGET, con il supporto dei propri tecnici specializzati, è in grado di redigere le progettazioni delle strutture in acciaio ed in alluminio secondo gli Eurocodici serie 3 (EN 1993) per l’acciaio e serie 9 per l’alluminio, così come prescritto dalla EN1090-1. E’ inoltre in grado di fornire i disegni esecutivi di officina suddivisi in : complessivi, marche, posizioni, quest’ultime costituenti i particolari semplici del complesso strutturale, con relative distinte dei materiali e computi metrici estimativi.

 

INTERPROGET, con il supporto dei propri tecnici certificati da Bureau Veritas al II livello (UNI EN ISO 9712:2012) per poter operare i controlli sui materiali e sulle saldature con i metodi non distruttivi (PnD), è in grado di fornire il servizio di controllo obbligatorio delle saldature durante il processo produttivo, così come previsto dalla EN1090-1.

 

Quadro delle attività per la certificazione secondo la EN1090-1

 

ATTIVITA’

CHI LO FA

SUPPORTO

Analisi dei processi produttivi dell’organizzazione per lo sviluppo dell’FPC e la gestione delle ITT

Affiancamento nell’impostazione del modello di gestione e nella gestione delle qualifiche dei processi speciali (saldatura)

Una tantum

AZIENDA

INTERPROGET

Qualifica dei processi speciali (saldatura)

Una tantum

AZIENDA

ENTE DI CERTIFICAZIONE

Qualifica degli addetti ai processi speciali (saldatori)

Biennale

AZIENDA

ENTE DI CERTIFICAZIONE

Certificazione del modello di controllo della produzione secondo la EN 1090 e delle prassi operative secondo la ISO 3834

Una Tantum

AZIENDA

ENTE DI CERTIFICAZIONE

Mantenimento della Certificazione

Annuale

AZIENDA

ENTE DI CERTIFICAZIONE

Supporto nel mantenimento del modello e nel coordinamento delle attività di monitoraggio e miglioramento (SE RITENUTO NECESSARIO)

Annuale

AZIENDA

INTERPROGET